Nuovi ricevitori ottici passivi OPT PDM

Fracarro rivoluziona gli impianti FTTH (Fibre To The Home) con la nuova gamma di ricevitori miniaturizzati serie OPT PDM,
che consente di realizzare efficienti sistemi di distribuzione TV Satellite in fibra ottica anche nelle strutture di piccole o medie dimensioni.

La fibra ottica a tutte le prese

La soluzione è stata progettata dal reparto Ricerca e Sviluppo Fracarro con l’obiettivo di portare il segnale in fibra ottica a tutte le prese dell’abitazione, trasferendolo direttamente dal quadro di distribuzione di appartamento (QDSA), senza l’impegno di utilizzare i tradizionali ricevitori ottici.
In questo modo, anche gli impianti più piccoli, come le case unifamiliari o bifamiliari, possono godere di tutti i vantaggi della fibra ottica, con la garanzia di un sistema flessibile, aperto alle future evoluzioni tecnologiche, libero da interferenze e disturbi elettromagnetici e in grado di gestire il segnale con la massima qualità.

scarica la brochure

Così piccoli, così efficienti

I ricevitori ottici passivi Serie OPT PDM, nonostante le dimensioni molto ridotte, sono a tutti gli effetti dei ricevitori full band in grado di distribuire i segnali TV e Satellite (IF-IF), gestendo fino a 8 prese per ogni trasmettitore ottico collegato.
Non necessitano di alcuna alimentazione perché sono passivi e in questo modo possono essere installati liberamente anche negli spazi più piccoli, senza alcun vincolo. Contribuiscono inoltre al risparmio energetico del sistema perché non non vi è alcuna potenza dissipata.

Doppia modalità di utilizzo

I ricevitori ottici Serie OPT PDM possono essere utilizzati in due modalità, a seconda della struttura dell’impianto.

Presa terminale

Con l’installazione all’interno della scatola da incasso, la fibra ottica in arrivo dal quadro di distribuzione di appartamento verrà collegata direttamente al ricevitore ottico miniaturizzato; il segnale sarà quindi trasformato in elettrico in modo da poter essere fruibile tramite il connettore coassiale della presa.

Retro TV

Nel caso l’impianto sia realizzato completamente in fibra ottica, il ricevitore OPT PDM potrà essere installato esternamente, in prossimità del televisore, collegato alla presa civile con una bretella ottica SC/APC e al televisore con un cavo coassiale. Questa applicazione ha il vantaggio di essere molto flessibile perché, grazie al ricevitore ottico miniaturizzato, l’apparecchio televisivo può essere collegato a qualsiasi presa dell’abitazione.

Il principio di funzionamento

I ricevitori passivi OPD PDM funzionano grazie alla presenza di un fotodiodo che ha la caratteristica di attivare il segnale elettrico anche senza alimentazione. Alla ricezione del segnale luminoso generato dal trasmettitore ottico, il ricevitore è quindi in grado di convertirlo in una corrente elettrica, cioè in un segnale; questa capacità viene mantenuta anche al variare della frequenza con una particolarità interessante: normalmente i diodi consentono di gestire solo la banda TV, ma grazie allo studio dei tecnici Fracarro è stato possibile renderlo attivo anche per tutta la banda Satellitare IF-IF.

VANTAGGI DELLA FIBRA OTTICA

  • Impianto aperto alle evoluzioni tecnologiche
  • LTE free: immune ai disturbi 5G
  • Riduzione inquinamento elettromagnetico
  • Longevità impianto FO vs COAX
  • A prova di fulmine: l’impianto in fibra proteggere i televisori da eventuali scariche elettrostatiche.
  • Flessibilità nelle ristrutturazioni: la fibra ottica si può installare anche nelle scatole dove è presente l’alimentazione alternata 220V

PUNTI DI FORZA RICEVITORI OPT PDM

  • Meccanica estremamente ridotta: 55x18x38mm
  • Peso ridotto
  • Passivi: non necessitano di alcuna alimentazione
  • FULL BAND: distribuzione dei segnali TV e SAT (IF-IF)
  • Segnale sempre perfettamente equalizzato

Prodotti correlati

This post is also available in: ITALIANO